Vivere emozionandosi: dalle emozioni alle azioni.

01.06.2016 19:50

Quotidianamente ci accorgiamo come le nostre emozioni possano influenzare le nostre azioni, questo perché l’emozione inaspettata genera in noi un improvviso e brusco cambiamento del nostro comportamento. Il risultato delle nostre emozioni sono azioni inconsce, a tal punto che le persone che ci sono accanto ci chiedono «Cos’ è successo?»… Cosa rispondiamo a questa domanda?  Una cosa è certa: dobbiamo fermarci e prendere assolutamente consapevolezza della nostra emozione. Inizialmente dobbiamo valutare l’emozione. Quando valutiamo l’emozione negativamente, appena l’avvertiamo, ci vogliamo allontanare subito da quell’evento o persona che ha causato l’emozione. Invece, quando la valutazione dell’emozione è positiva, percepiamo in noi una tendenza e uno stimolo inconscio ad avvicinarci immediatamente a quella persona o a quel determinato evento. In seguito, è necessario potenziare le competenze che costituiscono l’intelligenza emotiva, in altre parole riconoscere, capire, esprimere e controllare le emozioni che viviamo, infatti mi chiedo:”È davvero possibile controllarle? «Volere è potere…», poiché le nostre emozioni sono regolate attraverso l’autocontrollo che avviene a livello cognitivo.  Possiamo considerare l’emozione come un “input” ovvero uno stimolo interiore che sollecita le nostre azioni.  A ogni “input” corrisponde un suo corrispettivo “output”, in altre parole, una risposta emozionale delle nostre azioni. Cosa succede durante il passaggio dall’input all’output? Che funzione ha la nostra mente?  Nel momento in cui la mente invia specifici comandi alle varie parti del nostro corpo, possiamo ritenerci in grado di controllare le nostre emozioni e le nostre rispettive azioni.

Così finalmente eviteremo comportamenti azzardati e inconsapevoli, non ci sarà più il pericolo d’agire in modo impulsivo e non ci troveremo più in situazioni di disagio sociale.

Controllare le nostre emozioni non vuol dire ignorarle o reprimerle, piuttosto significa imparare a elaborarle e reagire a esse in modo sano e utile. Infatti, un maggiore controllo delle nostre emozioni migliorerà il nostro benessere psico-fisico, dunque il nostro benessere emozionale.

 

Dott. ssa Angela Marrazzo       

Pedagogista 

 

Bibliografia tematica di approfondimento

- C. Lombardo, “Motivazione ed emozione”, Borla 2006

- Robert Plutchik, “Psicologia e biologia delle emozioni”, Bollati Boringhieri 1995

- Daniel Goleman, “Intelligenza emotiva”, Rizzoli Editore, 1999

- Franco Cambi, "Nel conflitto delle emozioni. Prospettive pedagogiche", Armando Editore 1998

- Joseph LeDoux, “Il cervello emotivo”, Baldini Castaldi Dalai Editore, 1998

- Bruce Lipton, "La Biologia delle Credenze - Come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula”, Macro Edizioni, 2013

Privacy Policy