Nutrizione e respiro infantile in sicurezza: prevenzione primaria in famiglia, scuola e società.

21.08.2016 22:30

L’infanzia: un mondo speciale per spontaneità, esplorazione e la capacità di guardare la realtà per “assorbirla” all’istante. Nel percorso evolutivo di “gestione” dello sviluppo psicomotorio, occorre far bene attenzione ad atteggiamenti e comportamenti: nell’apprendimento infantile l’aspetto visivo è quello che maggiormente “cattura” l’attenzione, che sia positivo o negativo. Questo perché? L’immagine bypassa il canale verbale e si fissa prima nella mente, permettendo l’interiorizzazione e quindi di “personalizzarla”.  Mai come ora, importanza decisiva rivestono le fiabe, i racconti figurati popolati da personaggi cari ai bambini, i famosi Supereroi, che ai loro occhi sono speciali e da prendere a esempio. E proprio un Supereroe particolare è il protagonista del libro “Bobo e mister Heimlich” di Nadia Levato e illustrazioni di Alessandro Giannelli. Il libro ha preso spunto da un episodio reale: un bambino ignaro del pericolo e per gioco ha messo un bottone nel naso. Così ha fatto Bobo, che sulla strada incontra il Supereroe Heimlich che, con pazienza e l’uso di filastrocche e metafore disegnate a mò di mappa, gli spiega perché un semplice bottone avrebbe potuto fargli molto male. Mi è piaciuta molto la metafora del Supereroe Heimlich che, per aiutare Bobo a capire, parla dell’apparato respiratorio come una piccola città con vicoli, cancelli e gallerie. Ecco di seguito: il vicoletto Naso, la galleria Faringe e Laringe, il cancello Epiglottide, via dell’Esofago e via della Trachea. Come si può notare, alcune “strade” rientrano nell’apparato digerente, perché i pericoli possono arrivare anche dal cibo che, sbagliando percorso, finisce altrove, creando ostruzione. Il Supereroe Heimlich in modo ludico permette al piccolo Bobo di imparare per poi “trasmettere” ai suoi compagni e agli adulti questi messaggi di prevenzione primaria. Lettura piacevole che si compone di 3 capitoli con simpatiche illustrazioni e destinata ai bambini, ai genitori, nonni, zii e in generale, a chiunque lavori con l’infanzia e ha a cuore il suo benessere. Obiettivo riuscito del libro: veicolare ludicamente e in modo corretto temi importanti, che espressi graficamente col buon esempio del Supereroe Heimlich e l’apprendimento di Bobo danno un risultato di grande effetto, al quale ambire sempre: la prevenzione.

 

Dott. ssa Silvia Ferrari                   

Pedagogista

 

 

 

 

 

 

 

 

Privacy Policy