EDUCATORE E PEDAGOGISTA: unicità e peculiarità professionali.

30.04.2016 19:35

Spesso, le figure dell’educatore e del pedagogista sono viste come una professionalità unica: sono coloro che si occupano del processo formativo/educativo. In realtà tale definizione non è nettamente sbagliata, infatti, sia l’educatore sia il pedagogista svolgono un ruolo fondamentale per garantire un percorso formativo/educativo valido affinchè i giovani possano divenire adulti maturi e consapevoli ed essere quindi dei cittadini attivi all’interno del loro contesto sociale, ricordando però che sono due figure professionali aventi caratteristiche peculiari e ruoli diversi. Prima di dare una definizione puntuale dell’educatore e del pedagogista è fondamentale rispondere alla domanda: cos’è la pedagogia?

Dalla seconda metà del ‘900 la pedagogia è definita Scienza dell’Educazione anzi per essere precisi viene definita “Scienze dell’Educazione”, infatti, non è un sapere unico fondato sulla filosofia ma un sapere plurimo e scientifico.

Arnould Clousse ci ricorda che il passaggio dalla pedagogia alle scienze dell’educazione è dovuto al cambiamento storico-sociale. Infatti, la società diventando sempre più dinamica e aperta richiede la formazione di uomini capaci di far fronte all’innovazione socio-culturale sempre più tecnologica.

Di conseguenza il pedagogista diventa, progressivamente, un professionista capace di usare gli strumenti conoscitivi e metodologici per l’intervento, la prevenzione, la diagnosi e l’organizzazione delle attività di assistenza e trattamento riabilitativo in ambito educativo.

Il pedagogista è il professionista che può creare insieme al soggetto che ne necessita il percorso formativo più idoneo ai suoi bisogni, occupandosi anche dell’orientamento scolastico e professionale. Per divenire un pedagogista, oggi, occorre conseguire la Laurea Magistrale LM-85

L’educatore è invece il professionista che si occupa di promuovere lo sviluppo equilibrato della personalità, del recupero e dell’integrazione sociale dei soggetti di diversa età che vivono situazioni di disagio. Spesso, l’educatore vive insieme ai soggetti la loro quotidianità è lì, infatti, che il disagio si esprime e va gestito. L’educatore svolge attività ludico/ricreative, d’integrazione e socializzazione per permettere ai soggetti di reintegrarsi nel loro ambiente sociale o acquisire comportamenti adeguati alle loro situazioni di vita quotidiana. Per divenire un educatore, oggi, è necessario conseguire la Laurea triennale L-19.

Per terminare, le due figure del pedagogista e dell’educatore sono diverse ma possono far parte della “rete di sostegno” per i soggetti, anche molto giovani, che devono affrontare il percorso formativo/educativo che è alla base dello sviluppo della persona.

 

Dott.ssa Maria Grazia Ammendola

Pedagogista, educatrice, esperta di metodologie d’insegnamento BES

 

Bibliografia tematica di approfondimento

- F. Cambi, “Manuale di storia della pedagogia”- Laterza, 2003

- D. Demetrio, “Educatori di professione – Pedagogia e didattiche del cambiamento nei servizi extra-scolastici”, La Nuova Italia, 1990

- G.L. Bellisario, E. Sidoti, “Professione pedagogista – Fondamenti Scientifici e Normativi”, Piccin, 2014

- S. Maida, A.Nuzzo, A.Reati, “Il colloquio nella pratica educativa”, Carocci Faber, 2006

- F. Crisafulli, L. Molteni, L. Paoletti, P.N. Scarpa, L. Sambugaro, S.Giuliodoro, “Il “core competence” dell’educatore professionale – Linee d’indirizzo per la formazione”, Edizioni Unicopli, 2010

- M.Pedrazza, “L’educatore extrascolastico – Capire e utilizzare le variabili di personalità”, Carocci Faber, 2007

- R. Occulto, “Il lavoro di educatore – Formazione, metodologia, nuovi scenari sociali”, Carocci Faber, 2007

- E. Gasperi, “La comunicazione nella formazione dell’educatore”, Cleup, 2012

- S. Baur, “La pedagogia e le sfide della pluralità – La Bildung nella società postmoderna”, Erickson, 2008

- A. Naccari, “Pedagogia dei cicli di vita in età adulta – Comprendere e orientare le crisi e i cambiamenti nel corso dell’esistenza”, Anicia, 2010

- A. Bartolini, M.G. Riccardini, “Il tirocinio nella professionalità educativa”, Il segno dei Gabrielli Editori, 2006

- G. Pesci, S. Bruni, “Il pedagogista – Innovazione e rivalutazione di un ruolo”, Armando Editore, 2006

- M. Cardini, L. Molteni (a cura di), “L’educatore professionale – Guida per orientarsi nella formazione e nel lavoro”, Carocci Faber, 2003

 

 

Privacy Policy